CORONAVIRUS

Possibile nuova partenza a settembre per la RAN

Livorno, 21 aprile 2020. Lo Yacht Club Livorno, costretto ad annullare il via della regata il 26 aprile a causa dell’emergenza epidemiologica in corso che ha colpito in modo particolarmente grave l’Italia, ripensa il suo calendario con l’obiettivo di tornare in mare a settembre. Insieme al Comando dell’Accademia Navale si sta prendendo in esame la possibilità di convergere su una nuova partenza della RAN630 nel mese di settembre.

«La crisi epidemiologica mondiale ci ha costretto a malincuore ad annullare la partenza della RAN630 del 26 aprile, nella scrupolosa osservanza delle norme adottate dal Governo e dal Presidente del Consiglio dei Ministri. Come Yacht Club Livorno stiamo facendo il possibile per prendere decisioni responsabili che tutelino la sicurezza e la salute degli iscritti alla regata, così come dei nostri soci, partner e dello staff. Siamo al lavoro per individuare una nuova partenza che sia volano di energie positive», commenta il Presidente dello Yacht Club Livorno Gian Luca Conti. «Mai come in questi giorni è necessario vincere la tentazione di pensare solo alle dolorose perdite che hanno colpito le famiglie di tutta Italia: bisogna cercare di ricostruire guardando avanti, anche se sarà molto diverso da quanto avevamo pensato e organizzato. Tutto quel che abbiamo perso, sarebbe vano se non ci avesse insegnato a ripartire, restando uniti e solidali. L'auspicio è che attraverso questi valori si esca da questo periodo accresciuti e trasformati».

Lo Yacht Club Livorno è consapevole che spostare la data di partenza della RAN630 crei disagi ai partecipanti e alla regata stessa che perde parte della propria identità. Siamo molto combattuti sull’opportunità di mantenere l'edizione 2020 ma crediamo tuttavia che il dovere di ogni marinaio, dopo una tempesta, sia riprendere il mare. D’accordo con l’Accademia Navale, stiamo pertanto verificando la possibilità di organizzare la RAN630 a settembre, in funzione dell’evolvere dell’emergenza Covid19 e delle prescrizioni governative a riguardo.

«Sono cambiate le condizioni nelle quali stiamo operando, non è cambiato il nostro spirito, non sono intaccati i nostri valori ed è grazie a essi e al nostro saper essere “un Equipaggio” che ripartiremo con rinnovato entusiasmo», ha dichiarato il Comandante dell’Accademia Navale, Contrammiraglio Flavio Biaggi.     

Le decisioni sulla nuova partenza della RAN630, anche in relazione al numero di iscritti e quindi agli equipaggi coinvolti, saranno costantemente aggiornate sul sito www.ran630.it.

Condividi questo articolo su: