Un periplo per la salvaguardia dei mari: gli Optimist del Club Velico Crotone accolgono Mauro Pelaschier - NEWS - Yacht Club Costa Smeralda

Un periplo per la salvaguardia dei mari: gli Optimist del Club Velico Crotone accolgono Mauro Pelaschier

Crotone, 3 agosto 2018. La quinta tappa del "Periplo per la salvaguardia dei mari", iniziativa della One Ocean Foundation della quale Mauro Pelaschier è ambasciatore, ha avuto un'accoglienza speciale da parte dei ragazzi della scuola vela del Club, che sono andati incontro allo sloop del 1966 Crivizza a bordo dei loro Optimist, per scortarlo fino all'ormeggio. Pelaschier e il suo equipaggio sono giunti a Crotone dopo essere salpati dal Circolo della Vela Bari, sede della quarta tappa.

In Puglia questa iniziativa per dar visibilità all'urgente problema della protezione e salvaguardia del mare, dalle plastiche ma non solo, ha riscontrato grandissimo interesse, andando a rafforzare le iniziative già intraprese dal Circolo Vela Bari assieme all'amministrazione comunale e all'autorità portuale. La conferenza pubblica, seguitissima, ha visto tutti i relatori mettersi reciprocamente a disposizione per far fronte comune e dare ancora maggior vigore a queste iniziative. Di particolare efficacia è stato l'intervento dello scrittore e docente universitario Nicolò Carnimeo, che ha illustrato lo scenario cui stiamo andando incontro se non invertiamo al più presto la rotta circa l'uso della plastica.

L'attività di pulizia dello specchio acqueo antistante il porto vecchio da parte degli allievi della scuola vela ha visto coinvolti anche i ragazzi del progetto "Rotta verso Bari", corsi gratuiti finanziati dal Comune per promuovere la pratica degli sport nautici, in particolare coloro che non ne hanno le possibilità, che si sono dimostrati particolarmente attenti ai buoni comportamenti di rispetto ambientale.

Partita da Trieste, la barca, interamente in legno e con le vele in tela, è approdata a Venezia, Senigallia, Giulianova, Bari e oggi, 3 agosto, è attesa a Crotone per due giorni di incontri, veleggiate, "attività di cattura" delle plastiche e tante firme di sottoscrizione della Charta Smeralda. Poi Crivizza sarà a Reggio Calabria, Palermo, Gaeta, Porto Cervo, Punta Ala e Genova, location dell'ultima tappa, in programma il 23 settembre.

Il programma crotonese è nutrito e vario: alle 18,30 di venerdì 3 agosto, si svolgerà presso la Sede centrale di BPER Banca la presentazione del progetto alle autorità, alla stampa e al pubblico, i presenti saranno poi invitati a sottoscrivere la Charta Smeralda, il codice etico per condividere i principi e le azioni a tutela del mare. Il giorno successivo alle 9 del mattino si va in mare: Mauro Pelaschier, i soci e gli atleti del Club Velico Crotone, i ragazzi di MyClubVelicoCrotone young tutti insieme per ripulire il golfo, più precisamente per continuare a farlo, poiché questo è un compito che il circolo, con la sua scuola vela e altre associazioni sensibili all'argomento hanno già intrapreso da tempo. Infine, la sera del 4 agosto alle 18, presso il JSea/Club Velico Crotone Sport Beach si terrà un incontro fra i giovani velisti del Club Velico e Pelaschier, per ascoltare da Mauro la lezione sul mare e le sue affascinanti storie fatte di vento, acqua, onde, sale, regate.

"Si tratta di un piacevole ritorno - ha dichiarato Mauro Pelaschier - perché questa è sempre stata una delle tappe più belle e accoglienti ai tempi del Giro d'Italia a vela. Il Club Velico Crotone in pochi anni è diventato un circolo di riferimento per regate di livello internazionale, sono certo che il presidente Francesco Verri e tutti i soci accoglieranno il messaggio della Charta Smeralda con un calore ancora maggiore di quello che ci fu tributato quando ero stato skipper di 'Città di Crotone' la barca portabandiera della città stessa".

"Nella nostra scuola abbiamo anche un naturalista, Gianluca Cortese - ha dichiarato il presidente del Club Velico Crotone, Francesco Verri. Il suo compito è far conoscere e far amare ai bambini e ai ragazzi il mare in tutte le sue dimensioni, non solo in quella sportiva. Ha inventato il giuramento del piccolo uomo e della piccola donna di mare che un cucciolo di skipper leggerà, immagino con quanta emozione, a Mauro Pelaschier e a tutti gli amici che accorreranno per sottoscrivere la Charta Smeralda. Siamo perfettamente sintonizzati con One Ocean Foundation e con lo Yacht Club Costa Smeralda."

La VI zona FIV, Calabria e Basilicata, ospiterà due tappe del "Periplo per la salvaguardia dei mari". Dopo Crotone, sul mar Ionio, Crivizza è infatti attesa in Tirreno a Reggio Calabria il 10 agosto per la sesta tappa, ospite del Circolo Vela Reggio.

Le tappe del periplo:

I. 29 giugno Friuli VG - Trieste (Società Velica Barcola e Grignano)

II. 5 luglio Veneto - Venezia (Compagnia della Vela)

   16 luglio Deejay X Master, Senigallia

III. 20 luglio Abruzzo - Giulianova (Circolo Nautico Migliori)

IV. 26 luglio Puglia - Bari (Circolo della Vela di Bari)

V. 3 agosto Calabria/Basilicata - Crotone (Club Velico Crotone)

VI. 10 agosto Calabria- Reggio Catania (Circolo Velico Reggio)

VII. 20 agosto Sicilia - Palermo (Circolo della Vela Sicilia) 

VIII. 24 agosto Lazio - Gaeta (Base Nautica Flavio Gioia)

IX. settembre Sardegna - Porto Cervo/Arzachena

X. 14 settembre Toscana - Punta Ala (Yacht Club Punta Ala) 

XI. 22/23 settembre Liguria - Genova (Yacht Club Italiano) 

XII. Inizio ottobre Lombardia - Milano Expo Educational 

La barca

Crivizza, il cui nome rende omaggio a una delle baie più belle dell'isola dalmata di Lussino, è un progetto del '58 dell'architetto navale inglese Alan Buchanan. Varata nel 1966 è uno sloop costruito per lunghe crociere e per poter regatare nella terza classe RORC, secondo i regolamenti del tempo. Recentemente sottoposta a un restauro conservativo a Monfalcone, Crivizza sarà portabandiera di One Ocean nelle regate per barche d'epoca e classiche della prossima stagione.

La Fondazione One Ocean

Nell'anno del suo cinquantesimo anniversario, lo Yacht Club Costa Smeralda ha lanciato un progetto di sostenibilità ambientale: One Ocean. 

L'iniziativa, fortemente sostenuta dalla Principessa Zahra Aga Khan, ha avuto come focus la preservazione dell'ambiente marino. La volontà dello YCCS di aggiungere la propria voce ad uno dei temi di maggior urgenza dei nostri tempi è nata dalla consapevolezza che, come yacht club, il mare costituisce l'elemento primario su cui si basano tutte le attività principali.

Nel 2017 l'iniziativa, ha avuto come momento culminante il Forum One Ocean, primo forum organizzato in Italia sul tema della salvaguardia del mare in partnership con la Commissione Oceanografica Intergovernativa dell'UNESCO e SDA Bocconi Sustainability LAB.

Il 3-4 ottobre a Milano hanno partecipato 800 persone per circa 12 ore di lavori in cui si sono alternati studiosi, "eye witness", aziende dal profilo internazionale con propri contributi. A seguito del successo del Forum, nel 2018 è nata la Fondazione One Ocean di cui lo YCCS è membro fondatore.

La mission della Fondazione è quella di accelerare soluzioni riguardo l'inquinamento marino ispirando leader internazionali, promuovendo la Blue Economy e diffondendo la cultura di sostenibilità e preservazione dell'ambiente marino. La Fondazione si propone di diventare una piattaforma che possa riunire e consolidare tutte le realtà che operano in varie parti del mondo a favore della tutela dei mari.

Per ulteriori informazioni visitare il sito della Fondazione: www.1ocean.org 

Le aziende che già sostengono la Fondazione One Ocean e i suoi progetti sono:

ROLEX - ALLIANZ - AUDI - CANTIERE PORTO CERVO - CARPISA - JAKED - LUXURY LIVING GROUP - MARINA DI PORTO CERVO - PANTECNICA -PIANOFORTE GROUP - YAMAMAY

Contatti

UFFICIO STAMPA ONE OCEAN FOUNDATION

Giuliano Luzzatto

E. secretariat@1ocean.org

 www.1ocean.org

UFFICIO STAMPA YCCS

Marialisa Panu/Giuliano Luzzatto

Tel. +39 0789 902223

E. pressoffice@yccs.it

www.yccs.com