CORONAVIRUS

Aggiornamenti trasporti aerei e marittimi da e verso la Sardegna

Porto Cervo, 21 maggio 2020. “L'Isola apre le sue braccia al turismo, ma lo vuole fare con tutta la sicurezza per i sardi residenti e per i turisti". Lo ha chiarito il Presidente della Regione Christian Solinas nella videoconferenza con i giornalisti di ieri sera, 20 maggio, precisando altresì: “chi sceglierà la destinazione Sardegna per le vacanze si baserà sulla capacità del sistema di garantire sicurezza. […] Chiediamo una piccola cautela in più per chi vuole entrare nella nostra Isola, quella di certificare la propria condizione di negatività al coronavirus".

Ma perché si possa ricorrere al sistema del passaporto sanitario occorre la liberalizzazione dei test anche in Italia. "Dipende dal Governo - ha detto Solinas - e se non fosse possibile stiamo comunque studiando alternative che consentano comunque di testare i turisti".

Il costo sostenuto dai turisti per effettuare il test, nel caso, verrebbe successivamente rimborsato in servizi alberghieri o servizi del circuito regionale come accessi a siti archeologici o sconti per gli acquisti di prodotti sardi. Ad ogni modo, la Regione Sardegna si muoverà secondo le scelte dettate a livello nazionale.

In merito alla quarantena, il Presidente Solinas ha chiarito che questa è prevista per chi rientra in Sardegna fino al 2 giugno. Non è riferita ai turisti in quanto la mobilità interregionale per fini turistici è prevista dal 15 giugno in poi, periodo nel quale la normativa non prevede la quarantena.

È stato ribadito che i voli da e verso la Sardegna in continuità territoriale ripartiranno dal 3 giugno, i voli nazionali da metà giugno e verso fine giugno si attuerà il ripristino dei voli internazionali.

Il Governatore ha inoltre precisato che la Sardegna registra al momento il miglior risultato in Italia per la curva dei contagi con il valore Rt più basso.

Link all’intervento integrale: https://www.lanuovasardegna.it/regione/2020/05/20/news/coronavirus-in-sardegna-il-punto-del-governatore-in-diretta-1.38868001

Di seguito il recap delle disposizioni nazionali e regionali relativamente agli spostamenti aerei e marittimi.

Disposizioni governative nazionali

Decreto legge 16 maggio 2020, n. 33

Link: https://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2020/05/16/20G00051/SG

Art. 1. Misure di contenimento della diffusione del COVID-19

2) Fino al 2 giugno 2020 sono vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

3) A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti interregionali possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree.

4) Fino al 2 giugno 2020, sono vietati gli spostamenti da e per l’estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute o negli ulteriori casi individuati con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti da e per l’estero possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, anche in relazione a specifici Stati e territori, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico e nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e degli obblighi internazionali.

Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti di concerto con Il Ministero della Salute 17 maggio

Link: http://mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2020-05/DECRETO_207_del_17_05_2020.pdf

Articolo 1: Trasporto Aereo

Articolo 5: Servizi di Trasporto da e per la Sardegna

2) Il trasporto marittimo di viaggiatori da e verso la Sardegna è sospeso;

3) Continua ad essere assicurato esclusivamente il trasporto delle merci possibilmente su unità di carico isolate non accompagnate. Può essere autorizzato il trasporto passeggeri su navi adibite al trasporto merci esclusivamente per dimostrate e improrogabili esigenze (riferimento articolo 1);

4) Il trasporto aereo di viaggiatori da e verso la Sardegna è assicurato esclusivamente presso gli aeroporti di Cagliari e Olbia per dimostrate e improrogabili esigenze (riferimento articolo 1);

Disposizioni governative regionali

Ordinanza n.23 17 maggio, Regione Sardegna.

Link: https://www.regione.sardegna.it/documenti/1_422_20200518085145.pdf

Art. 3) Tutti i soggetti in arrivo in Sardegna (aeroporto di Cagliari), a prescindere dai luoghi di provenienza, a partire dal 18 maggio 2020 e fino al 2 giugno 2020, hanno l'obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, con contestuale divieto di circolazione sull’intero territorio regionale, fatti salvi i casi esplicitamente previsti in deroga da norme statali o regionali.

Hanno, altresì, l’obbligo: a) di comunicare tale circostanza al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta o all'operatore di sanità pubblica del servizio di sanità pubblica territorialmente competente; b) di compilare il modulo allegato sotto la lettera “A” alla precedente ordinanza n.4 in data 08/03/2020 integrato con le disposizioni dell’Ordinanza n. 5 del 09/03/2020, secondo le modalità indicate nella sezione “NUOVO CORONAVIRUS” accessibile dalla homepage del sito istituzionale della Regione Sardegna; c) in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta o l'operatore di sanità pubblica territorialmente competente per ogni conseguente determinazione, rimanendo raggiungibile per ogni attività di sorveglianza;

Art. 10)  Negli aeroporti dell’intero territorio regionale sono consentite le attività di aviazione generale a decorrere dal 21 maggio 2020, previa sottoscrizione tra Regione e Società di gestione aeroportuali di apposite linee guida sui controlli da effettuare sui passeggeri in ingresso, validate dal Comitato tecnico scientifico istituito per fronteggiare la diffusione epidemiologica del Covid-19 in Sardegna con deliberazione della Giunta regionale n.17/4 del 01/04/2020, come integrato con deliberazione n. 24/9 dell’08/05/2020.

Art. 11)  La ripresa del traffico passeggeri di linea dell’aviazione commerciale ( 15 Giugno 2020) conseguente alla riapertura dell’aeroporto di Olbia è subordinata alla sottoscrizione di uno specifico Protocollo tra l’Autorità Sanitaria Regionale e la Società di Gestione Aeroportuale GEASAR per la disciplina dei controlli sanitari connessi all’emergenza epidemiologica da CoVid-19 sui passeggeri in ingresso, anche in considerazione della più alta incidenza del numero di casi positivi nella Provincia di Sassari rispetto al resto del territorio regionale.

Art. 17) Le disposizioni della presente ordinanza, fatto salvo quanto previsto all’articolo 10, producono i loro effetti a far data dal 18 maggio 2020 e fino al 2 giugno 2020, salvo proroga esplicita e salvo ulteriori, diverse prescrizioni, anche di segno contrario, che dovessero rendersi necessarie in dipendenza dell’andamento della curva di diffusione del virus, che sarà costantemente monitorata dai competenti organi dell’amministrazione e delle aziende.

LINEE GUIDA PER L’INFORMAZIONE AGLI UTENTI E LE MODALITÀ ORGANIZZATIVE PER IL CONTENIMENTO DELLA DIFFUSIONE DEL COVID-19 IN MATERIA DI TRASPORTO – NAUTICA DA DIPORTO.

Link: http://www.mit.gov.it/sites/default/files/media/notizia/2020-05/linee_guida_nautica.pdf

Navigazione e norme di sistema

La possibilità di entrare in porti di Regioni diverse rispetto al porto ove è ormeggiata l’unità o in acque di paesi esteri è condizionata dalle norme generali, nazionali, unionali e da quelle specifiche eventualmente più restrittive emanate a livello regionale sugli spostamenti delle persone, in vigore al momento della attività.

La Marina di Porto Cervo è attualmente aperta e attiva, per maggiori informazioni scrivere al Direttore Generale Carmine Sanna alla seguente mail c.sanna@marinadiportocervo.com, oppure contattare la Reception info@marinadiportocervo.com, Porto Vecchio: +39 0789 936666, Porto Nuovo: +39 0789 905111.

A partire dal 2 giugno anche gli ormeggi presso il Centro Sportivo YCCS saranno a disposizione di chi li ha prenotati, per ulteriori informazioni contattare Alessandro Sorgia + 39 346 7963401 oppure scrivere a centrosportivo@yccs.it.

Per informazioni circa i transfer delle imbarcazioni contattare l’Ufficio Locale Marittimo di Porto Cervo: Telefono: 0789563648, E-mail: lcportocervo@mit.gov.it.

Condividi questo articolo su: