Page is loading   ...
Editoriale Commodoro Bonadeo

Cari Soci e Amici,

Vi scrivo dalla sala Azzurra, dove si trovano la model room e la biblioteca del nostro Club, un luogo di quiete che invito tutti voi a riscoprire. Come saprete, la nostra sede ha ripreso la sua abituale operatività, risulta superfluo sottolineare le motivazioni di questa apertura ritardata, ci stiamo impegnando a fondo perché quanto non goduto nella prima parte della stagione possa esserlo nel mese di ottobre, durante il quale prolungheremo l’apertura offrendo a voi Soci l’opportunità di godere delle bellezze autunnali della Costa Smeralda e al territorio che ci ospita di allungare la stagione; una decisione che ci auguriamo possa fare da traino per tutti i servizi turistici della zona.

 

Nei mesi passati sono accadute cose impensabili che, per alcuni versi, sembrano aver portato indietro di decenni l’economia, offrendo al contempo un’accelerazione inaspettata verso soluzioni tecnologicamente avanzate. Ogni crisi porta con sé anche opportunità che vanno colte.

Con questo spirito, durante i mesi scorsi lo YCCS si è adoperato a trovare soluzioni per adattare attività e servizi alle disposizioni anti contagio, per offrirci come sempre un soggiorno unico e in sicurezza nella nostra casa di Porto Cervo.

 

Ringrazio la dirigenza e l’intero staff dello YCCS, il Comitato di Gestione di Crisi per l’incredibile impegno profuso affinché la nostra sede possa essere fruibile in modo sicuro e nel totale rispetto delle norme di legge.

 

Come sapete ogni stagione viene accompagnata dal YCCS Magazine che non mancherà neanche quest’anno, ma in maniera innovativa: dal tradizionale supporto cartaceo diventa digitale, con nuovi contenuti che verranno implementati nel corso della stagione, rendendo così il magazine un media sempre attuale. Sarà fruibile dal sito dello YCCS oppure dalla rinnovata App, che suggerisco di scaricare perché attraverso l’area Soci fornirà informazioni sempre aggiornate, dalle procedure che abbiamo messo in atto presso lo YCCS per la gestione di ogni evenienza, agli eventi settimanali in programma.

Il calendario di regate ha obbligatoriamente subito delle variazioni, le manifestazioni veliche previste a maggio e giugno sono state annullate, mentre scrivo queste parole siamo in attesa della definizione delle linee guida della Federvela per poter ripartire quanto prima con l’attività agonistica. Mentre la macchina organizzativa della Maxi Yacht Rolex Cup e della Rolex Swan Cup prosegue con la necessaria flessibilità e la Sailing Champions League di vela è stata posticipata a ottobre, desidero ricordare il primo successo agonistico del 2020: il nostro simbolo sportivo, Azzurra, campione in carica della 52 Super Series ha vinto la prima, e al momento unica, tappa della stagione 2020, a Città del Capo, in Sudafrica. Congratulazioni allo skipper Guillermo Parada e a tutto l’equipaggio, ma soprattutto grazie ai nostri soci Roemmers che continuano a portare il guidone dello YCCS sul podio in tutti i mari del mondo.

 

Questo momento storico ci ha dato l’occasione di ritrovare il piacere di piccole cose semplici, che forse avevamo un po’ perso di vista. Come la bellezza della natura e del mare in particolare, che oggi più che mai va protetto e tutelato. Non credo di esagerare sottolineando quanto la visione della Principessa Zahra Aga Khan fosse stata lungimirante, quando nel 2017 ha indicato nella sostenibilità dell’ambiente marino e costiero la rotta per i prossimi 50 anni dello Yacht Club Costa Smeralda. Come sapete, da quell’indicazione venne organizzato il Forum One Ocean da cui presero vita dapprima la Charta Smeralda e successivamente la One Ocean Foundation. Lo scorso 8 giugno, in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, la Fondazione ha avuto il privilegio di essere invitata dalle Nazioni Unite a parlare nell’ambito della conferenza mondiale dedicata al tema dell’Innovazione per un Oceano Sostenibile. Qui abbiamo presentato il nostro secondo report del filone di ricerca pluriennale dedicato alla relazione tra le imprese e la sostenibilità dell’oceano: “Business for ocean sustainability – A global perspective” realizzato con il supporto di SDA Bocconi, McKinsey & C. e CSIC. Crediamo nel ruolo fondamentale delle aziende nell’accelerare il cambiamento, attraverso questo progetto vogliamo ispirare e coinvolgere il mondo delle imprese. Il Green New Deal sarà probabilmente la chiave con la quale l’umanità potrà risollevarsi e molti di noi saranno lieti di offrire il proprio contributo.

 

Ad oggi, assume un significato ancora più profondo il saluto che a nome del nostro Presidente S.A. l’Aga Khan, della Presidente del Consiglio Direttivo, la Principessa Zahra Aga Khan, del Consiglio Direttivo e dello YCCS tutto rivolgo ai Club gemellati, il New York Yacht Club, il Royal Yacht Squadron, lo Yacht Club de Monaco e il Norddeutscher Regatta Verein.

 

Infine, un ringraziamento particolarmente sentito a Rolex, Audi, Allianz e tutti i nostri partner per la fiducia dimostrata nei nostri confronti e il supporto che continuano a offrire, anche in questo periodo difficile, allo Yacht Club Costa Smeralda.

 

Concludo condividendo con voi tutti il mio personale sentimento per i 12 anni nei quali ho avuto l’onore di essere il Commodoro. Ho sempre avuto un forte senso di appartenenza a questo Club, durante la mia carriera come armatore mi sono sentito particolarmente fiero di portare il guidone dello YCCS sui campi di regata internazionali. Ma l’esperienza di Commodoro mi ha fatto percepire il Club come una grande famiglia, alla quale ho avuto il privilegio di dedicare gran parte del mio tempo. Saprete che quest’anno scade il mio mandato, passerò dunque il testimone a un mio successore, cui garantirò tutto il supporto necessario perché il timone di questa complessa macchina organizzativa possa essere saldamente nelle sue mani.